Politiche e Strumenti di Gestione degli Usi Finali di Energia: Stato dell'Arte e Tentativi d'Innovazione Andrea Zatti (a cura di) - Integrated Environmental Management - IUSS Press
My IUSS Press
:: Categoria :: Argomento









Verified by Visa



Gestito da Eucentre - P.I. 02009180189

Politiche e Strumenti di Gestione degli Usi Finali di Energia: Stato dell'Arte e Tentativi d'Innovazione
Andrea Zatti (a cura di)

ISBN: 978-88-6198-026-6
Il perseguimento della sostenibilità in campo energetico richiede una profonda modificazione dei comportamenti e delle modalità d’intervento sinora sperimentati, nelle parole della Commissione europea “a new industrial revolution over the next 10 to 15 years”, in cui assumono rilevanza centrale sia le politiche dell’offerta, mirate a migliorare l’efficienza nella generazione e a modificarne il mix produttivo, sia quelle di gestione della domanda finale (Energy Efficiency and Demand Management – EE-DSM), in cui rientrano sia le azioni finalizzate a migliorare la prestazione energetica delle tecnologie, sia quelle finalizzate a promuovere una razionalizzazione dei consumi, sia, infine, quelle volte a sviluppare la generazione diffusa. In tale quadro, un rilievo crescente è stato progressivamente attribuito, a partire dal Libro verde della Commissione europea sulla sicurezza dell’approvvigionamento, proprio alle politiche di gestione e controllo della domanda, che possono andare ad incidere su tutti e tre i pilastri della strategia comunitaria (concorrenzialità, sicurezza e sostenibilità), producendo risultati apprezzabili in tempi e a costi contenuti. Il risparmio ed una maggiore efficienza energetica si pongono infatti come misure di fondamentale importanza per contrastare il trend crescente dei consumi e devono essere considerati come una vera e propria nuova fonte di energia rinnovabile e a basso costo, in grado di concorrere alla compatibilità ambientale dei sistemi energetici e di ridurre i costi complessivi a carico dei sistemi economici per la fornitura dei servizi energetici. Maggiori dettagli...
Prezzo Online: €12.00
Politiche e Strumenti di Gestione degli Usi Finali di Energia: Stato dell'Arte e Tentativi d'Innovazione <br> Andrea Zatti (a cura di)

  Dettagli Prodotto
Il perseguimento della sostenibilità in campo energetico richiede una profonda modificazione dei comportamenti e delle modalità d’intervento sinora sperimentati, nelle parole della Commissione europea “a new industrial revolution over the next 10 to 15 years”, in cui assumono rilevanza centrale sia le politiche dell’offerta, mirate a migliorare l’efficienza nella generazione e a modificarne il mix produttivo, sia quelle di gestione della domanda finale (Energy Efficiency and Demand Management – EE-DSM), in cui rientrano sia le azioni finalizzate a migliorare la prestazione energetica delle tecnologie, sia quelle finalizzate a promuovere una razionalizzazione dei consumi, sia, infine, quelle volte a sviluppare la generazione diffusa. In tale quadro, un rilievo crescente è stato progressivamente attribuito, a partire dal Libro verde della Commissione europea sulla sicurezza dell’approvvigionamento, proprio alle politiche di gestione e controllo della domanda, che possono andare ad incidere su tutti e tre i pilastri della strategia comunitaria (concorrenzialità, sicurezza e sostenibilità), producendo risultati apprezzabili in tempi e a costi contenuti. Il risparmio ed una maggiore efficienza energetica si pongono infatti come misure di fondamentale importanza per contrastare il trend crescente dei consumi e devono essere considerati come una vera e propria nuova fonte di energia rinnovabile e a basso costo, in grado di concorrere alla compatibilità ambientale dei sistemi energetici e di ridurre i costi complessivi a carico dei sistemi economici per la fornitura dei servizi energetici. I contributi raccolti in questo volume, frutto di una consolidata collaborazione sui temi di ricerca della gestione ambientale e dello sviluppo sostenibile tra il Master in Gestione Integrata dell’Ambiente dell’Istituto Universitario di Studi Superiori di Pavia e l’ISAE di Roma, propongono una serie di approfondimenti sulle opzioni di intervento disponibili a livello di utenti finali, con particolare attenzione ai settori residenziale e terziario, che rappresentano una fetta consistente del consumo finale e che negli ultimi anni hanno fatto segnare una crescita dell’intensità energetica, in controtendenza con quanto sperimentato negli altri settori.
 
 
Andrea Zatti è ricercatore presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Pavia e coordinatore del Master in Gestione Integrata dell’Ambiente dell’Istituto Universitario di Studi Superiori di Pavia. Ha svolto collaborazioni scientifiche con l’APAT, l’OCSE e il CIRIEC (Centre Interdisciplinaire de Recherches et d’Information sur le Entreprises Collectives) nel settore dei rifiuti e dei trasporti ed è attualmente impegnato in attività di ricerca riguardanti l’utilizzo di strumenti economici per la tutela ambientale e la sostenibilità urbana.