Valutazione degli edifici esistenti in Cemento Armato G - Manfredi - A - Masi - R - Pinho - G - Verderame - M - Vona - IUSS Press
My IUSS Press









Verified by Visa



Gestito da Eucentre - P.I. 02009180189

Valutazione degli edifici esistenti in Cemento Armato
G. Manfredi, A. Masi, R. Pinho, G. Verderame, M. Vona

ISBN: 978-88-6198-013-6
Il rischio sismico in Italia è un problema di dimensioni molto rilevanti e solo nell’ultimo secolo abbiamo avuto 120.000 vittime per terremoti e danni economici pesantissimi: 145.000 miliardi soltanto negli ultimi 25 anni per la riparazione e la ricostruzione post-sismica. Il costo dei terremoti è soprattutto un costo sociale, proporzionale al livello di vita raggiunto dalla popolazione, che si trasforma quindi in un rigetto della comunità nazionale ad accettare fatalisticamente che il terremoto generi periodicamente vittime ed impoverimento. Maggiori dettagli...
Prezzo Online: €21.25
Prezzo di Listino: €25.00
Disponibilità: Attualmente esaurito
Valutazione degli edifici esistenti in Cemento Armato <br> G. Manfredi, A. Masi, R. Pinho, G. Verderame, M. Vona

 
  Dettagli Prodotto
Il rischio sismico in Italia è un problema di dimensioni molto rilevanti e solo nell’ultimo secolo abbiamo avuto 120.000 vittime per terremoti e danni economici pesantissimi: 145.000 miliardi soltanto negli ultimi 25 anni per la riparazione e la ricostruzione post-sismica. Il costo dei terremoti è soprattutto un costo sociale, proporzionale al livello di vita raggiunto dalla popolazione, che si trasforma quindi in un rigetto della comunità nazionale ad accettare fatalisticamente che il terremoto generi periodicamente vittime ed impoverimento. Larga parte del territorio è a rischio sismico, ma solo una minoranza degli edifici in tali aree è stato progettato utilizzando criteri antisismici. Ad oggi, con riferimento al Censimento della popolazione e delle abitazioni effettuato dall’ISTAT nel 1991, solo il 14% del patrimonio edilizio nazionale risulta essere realizzato utilizzando criteri di progettazione antisismici. Inoltre le costruzioni più vecchie in zona sismica sono state costruite con norme di vecchia generazione, non in grado di garantire la sicurezza che si ottiene applicando le attuali Norme Tecniche, e comunque hanno subito estesi processi di deterioramento dovuto al degrado dei materiali. La consapevolezza dell’importanza di intervenire sul costruito al fine di renderlo più sicuro è presente nel capitolo 11 dell’Allegato 2 dell’OPCM (e sue successive modifiche), dove vengono descritte in modo relativamente dettagliato procedure per la valutazione e adeguamento sismico di strutture esistenti. Nel presente volume si è quindi preso in esame tale capitolo dell’OPCM, con riferimento alle prime 3 fasi del processo logico sopra descritto che rappresentano nel complesso la valutazione della capacità sismica della struttura. Nel 1° capitolo sono trattati i criteri generali di verifica e progetto da applicare. La fase della conoscenza è trattata nei capitoli 2, 3 e 4 con riferimento sia alla descrizione delle informazioni necessarie alla valutazione sia ai metodi di acquisizione delle medesime. Nei capitoli 5, 6 e 7 è trattata la fase della valutazione della capacità sismica in termini di metodi e modelli. Estesi esempi applicativi sono descritti nel capitolo 8 che conclude il volume.